Caso clinico: 01 Riabilitazione orale complessaCaso clinico: Casi Clinici 
"La soluzione di un problema complesso è imprescindibile dalla scomposizione dello stesso in problematiche più semplici"
Il paziente si è presentato all'osservazione clinica lamentando uno stato di malessere generalizzato riguardante l'apparato stomatognatico: dolore alla masticazione, mobilità di alcuni denti, compromissione estetica. Le problematiche si sono rivelate di natura complessa e inerenti a diversi ambiti di odontoiatria e chirurgia maxillo-facciale. Al fine di poter organizzare un iter terapeutico "ragionevole" è necessario prima di tutto impostare una diagnosi corretta. La chiave di lettura del problema terapeutico (che poi è sempre una delle prime domande del paziente) è rappresentata dalla modalità di gestione dei provvisori che devono consentire funzione ed estetica adeguate alle necessità del paziente.

Durata (mesi):15

Elenco interventi relativi

Età (anni):68Sesso:m 
Professione:ImprenditoreStato Civile:DivorziatoTitolo di studio:Laurea

Anamnesi familiare e fisiologica
Paziente maschio di anni 57. Genitori deceduti (madre a 96 anni). Assenti patologie ereditarie.
Fumo (sigaro), vino ai pasti, dieta normale, attività fisica regolare


Anamnesi patologica remota
Ipertrofia prostatica, dispepsia (assume Pantorc 20mg)

Anamnesi patologica prossima
Ipertensione lieve (PA 130/88 frequenza cardiaca 56), monitoraggio PA nelle 24h conferma lieve ipertensione diastolica (terapia Vasoretic 1 cps)
Esame Obbiettivo :
  • collo: non soffi giugulari
  • torace: campi liberi
  • cuore: toni validi, ritmico, non soffi
  • estremità: polsi normo-sfigmici

ECG : non significativo per patologia cardiaca in atto, test da sforzo massimale negativo
Esami di routine : non significativi

Profilo metabolico osseo
  • lieve alterazione iso-enzimi della fosfatasi alcalina (non significativa)
  • prescrizione di Dydrogil (25 OH Vitamina D) essendo la Vitamina D ai limiti inferiori


Esame clinico : parodontopatia diffusa in tutti e 4 i quadranti, protesi incongrue a carico di 15-16-17, 25-26-27, 36, 45-46-47, accentuazione curve di Spee, inversione curva di Wilson, restauri conservativi a carico di tutti gli elementi dentari superiori anteriori. Diagnosi : - 15-16-17 , 25-26-27, 36, 38, 48 risultano definitivamente compromessi - difetto osseo tridimensionale a carico dei settori posteriori superiori e del 36, come esito di compromissione parodontale - lesione parodontale del settore anteriore superiore e inferiore (da canino a canino) con sondaggi variabili da 4 a 7 mm - curva di Spee accentuata soprattutto a sinistra, pro-alveolia e pro-clinazione degli incisivi superiori, ANB overbite e overjet nella norma, interferenza "protettiva" di 38 e 48 durante i movimenti limite mandibolari (protrusione e latero-trusione) - assente l'igiene orale
problemi “chiave” :
  • miglioramento del tenore di igiene orale
  • rigenerazione ossea posteriore superiore
  • provvisorio fisso quadrante 1 e 2 durante guarigione innesto osseo
  • recupero settore estetico (13-23)
  • all'eliminazione di 38-48 che interferiscono ma “proteggono” durante i movimenti limite della mandibola, deve corrispondere lo splintaggio da 14 a 24 , affinchè i denti del settore anteriore possano sopportare i carichi dinamici (ad esempio in protrusione)

Peri-implantite 26,27
Controllo occlusione
Controllo guarigione peri-implantite
Controllo riabilitazione protesica a 3 mesi
Controllo di riabilitazione protesica a 6 mesi
La situazione clinica generale è soddisfacente, nonostante la scarsa igiene orale e soprattutto l'abitudine al fumo di sigaro. Al fine di contenere gli effetti di tali fattori di rischio il paziente si sottopone a sedute di igiene ogni 2 settimane. In questo modo si è riusciti a tenere sotto controllo il danno parodontale e peri-implantare. Occlusione e tenuta marginale dei manufatti protesici vengono periodicamente controllate al microscopio.
2 Commenti

Pagina 1 di 1 1

#1 nirav mehta ha scritto il 27.06.2010 19:53 answer

hi, i am dr.nirav mehta from bombay,india .was really impressed with your work and well documented on video too. looking forward to seeing some great stuff.

 

do you use a double cord impression technique?

#2 dr. MAZZA ha scritto il 30.06.2010 12:10 answer

Of course I youse allways the double cord impression technique

scrivi un commento

smile zwinker Big Grins Confused Cool Cry Eek Evil Frown Mad Mr. Green Neutral Razz Redface Rolleyes Sad Surprised