Caso clinico: 05 Faccette esteticheCaso clinico: Casi Clinici 
La soluzione delle problematiche estetiche del settore anteriore superiore è una delle richieste più frequenti dei nostri pazienti e motivo di grande impegno professionale per il dentista.
La paziente, una ragazza di 25 anni, ha recentemente subito il restauro di 11 e 21 (incisivi centrali superiori) con delle faccette in ceramica e del 22 con un otturazione in materiale composito. Il precedente professionista ha avuto una serie di problemi che hanno comportato un enorme dilatazione dei tempi di cura: 1 anno di tentativi esitati in un compromesso finale che non ha soddisfatto la paziente e che è stato motivo di frustrazione per il dentista (oltre che di danno economico!).

Durata (mesi):1

Elenco interventi relativi

Età (anni):32Sesso:f 
Professione:StudenteStato Civile:Stato LiberoTitolo di studio:Laurea

Anamnesi familiare e fisiologica
Paziente di sesso femminile. 25 anni. Non riferisce patologie. No alcol, fumo (raramente), beve 6-7 caffè al giorno. Dieta libera. Attività fisica saltuaria.

Anamnesi patologica remota
Nulla di particolare. Trauma ai denti anteriori superiori in adolescenza.

Anamnesi patologica prossima
Non riferisce patologie o interventi recenti.

Esiti di frattura di 11-21-22, restauri incongrui (poco precisi e di colore errato) con faccette su 11 e 21 e con otturazione in composito (troppo cromatica) sul 22. Paziente normo-occluso, guida incisiva normale, non discrepanze CO-CR, tinta eccessivamente cromatica dei denti (caffè, sigarette).
Dalle foto in proiezione occlusale (lato palatale) si nota anche l'eccessivo spessore vestibolare dei manufatti precedenti.

Prima di iniziare la terapia protesica è importante tentare di migliorare in generale il colore dei denti della bocca della paziente. Si decide per faccetta estetica su 11 e 21, e micro-inlay in ceramica sul 22 (tecnicamente più complesso ma maggiormente conservativo).
Timing procedure:
  1. igiene orale e bleaching
  2. preparazione di 11-21-22 e provvisori 11-21
  3. cementazione definitivi

E' molto importante cercare di contenere i tempi di esecuzione: trattandosi di faccette  i provvisori non devono rimanere in bocca più di 2-3 settimane; la gestione delle faccette provvisorie infatti è molto complessa, essendoci il rischio di fratture o perdita improvvisa dell'adesione della faccetta al tessuto dentale. Il laboratorio odontotecnico deve sincronizzare i suoi tempi di lavorazione alla situazione clinica: deve assolutamente evitare sovrapposizioni temporali con altre lavorazioni!
D'accordo con l'odontotecnico (sig. Peracca) si stabilisce un tempo massimo di esecuzione di 3 settimane.
foto 1: bleaching e provvisori
foto 2: particolare delle faccette provvisorie
foto 3: particolare della preparazione per micro-inlay sul 22 che non necessita del provvisorio

Controllo dopo 3 mesi
Il risultato finale soddisfa pienamente le aspettative della paziente e degli operatori (clinico dott. Massimo Mazza e odontotecnico sig. Renzo Peracca). Da notare l'aumento di luminosità della bocca (valore) e la perfetta integrazione dei manufatti protesici con i tessuti molli della paziente.Tra la presa d'impronta finale e la cementazione definitiva sono passati solo 8 giorni e ciò ha contribuito enormemente a minimizzare il disconfort della paziente.
Le foto si riferiscono al giorno della cementazione finale.

scrivi un commento

smile zwinker Big Grins Confused Cool Cry Eek Evil Frown Mad Mr. Green Neutral Razz Redface Rolleyes Sad Surprised