Endodonzia

Con il termine endodonzia si intende quella branca dell'odontoiatria che si occupa dell'endodonto, ovvero dello spazio all'interno dell'elemento dentario, che contiene la polpa dentaria (comunemente detta "nervo"). La polpa dentaria a sua volta è costituita da cellule (odontoblasti, cellule stellate), da vasi e nervi.
Causa l'elevata specializzazione manuale necessaria in quest'ambito l'operatore per potersi considerare “idoneo” necessita di una casistica molto ampia: lo specialista “puro” (che ha scelto come professione di esercitare in regime di mono-specializzazione, cioè fa solo devitalizzazioni!) è in grado di abbattere i tempi operativi (notoriamente lunghi ad es. 60 min contro i 120-180 min di un operatore medio per una terapia canalare di un pluri-radicolato) con percentuali di insuccesso molto basse (< all'1%). Inoltre l'endodonzia è stata la prima branca dell'odontoiatria dove è stato utilizzato con successo il microscopio operatorio per la ricerca dei canali radicolari.