Formazione culturale

“Conditio sine qua non” (presupposto fondamentale) per poter lavorare con coscienza e perizia nel distretto oro-facciale è la conoscenza dei fondamenti di medicina, chirurgia e odontoiatria. La condizione ideale  dell'autore derivante dall'aver seguito un iter formativo iniziato con la medicina generale e  la chirurgia generale, proseguito con l'odontoiatria e  la chirurgia maxillo-facciale rende possibile una valutazione interdisciplinare  del paziente odontoiatrico. Diventa infatti più semplice l'interazione con gli altri componenti del team : anestesista, medico curante, specialisti di altre branche , odontotecnico etc 
foto n.1: contemporanea presenza di chirurghi di differente specializzazione (dott. Massimo Mazza chirurgia maxillo-facciale - dott. Carlo Zampori chirurgia generale)
foto n.2: allestimento del carrello con organizzazione dei materiali di tipo "chirurgico".