Chirurgia orale al microscopio: estrazioni sempli e complesse

Della chirurgia orale fanno parte anche le estrazioni dentarie “normali”, alle quali può essere applicata la modalità di lavoro “al microscopio”: la magnificazione dei dettagli consente di procedere con precisione e pulizia e di conseguenza con minor trauma chirurgico a carico dei tessuti duri (osso) e molli (mucose gengivali). Nel caso di estrazioni complicate (frattura di apici radicolari, radici bottonute, scarsa apertura della bocca) la sedazione endovenosa e l'utilizzo del microscopio consentono all'operatore da una parte di concentrare le manovre chirurgiche in una sessione unica e dall'altra di diminuire l'entità del trauma (maggior precisione=minore invasività).