Complicanze chirurgiche

E' la complicanza che preoccupa maggiormente il paziente e che richiede un trattamento medico-chirurgico. “ubi pus ibi evacua” ….dove c'è pus...bisogna drenare (farlo uscire), l'antico detto ha mantenuto la sua validità. A causa di ben noti meccanismi pato-genetici (dalla patologia generale – materia di base del corso di laurea in medicina e chirurgia), l'infezione viene spesso “incapsulata” dal nostro organismo, rendendola inaccessibile ad anticorpi e antibiotici. Per tale ragione l'antibiotico, soprattutto nel tessuto osseo - notoriamente poco vascolarizzato – arriva con fatica nella zona d'infezione. E' molto raro che una complicanza infettiva chirurgica possa essere gestita esclusivamente con una terapia medica basata su farmaci antibiotici e antidolorifici. Quasi sempre si ricorre a manovre chirurgiche.