Protesi dentale al microscopio: impronte

Un impronta precisa consente al laboratorio (odontotecnico) di eseguire un manufatto altrettanto preciso. I criteri di valutazione di un impronta sono descritti in tutti i manuali di protesi ed è doveroso da parte del clinico giudicare in modo obbiettivo (possibilmente al microscopio) il risultato del suo lavoro: se una impronta non è sufficientemente chiara...si ripete! Presupposti fondamentali per una buona impronta sono:

  • qualità della preparazione del moncone protesico (il dente), meglio se eseguita al microscopio

  • qualità dei tessuti molli (se sanguinano perché sono infiammati, difficilmente riusciremo a prendere una buona impronta)

  • qualità del provvisorio: se è impreciso, comporterà infiammazione o retrazione gengivale, danno estetico

  • porta-impronte individualizzato (soprattutto con i polieteri)

  • materiale da impronta di qualità

  • disponibilità di tempo: pianificazione e organizzazione sono la base del successo di un impronta.